Trieste - il cacciatore di nuvole.com versione 2019

Caccia alle nuvole

Vai ai contenuti
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trieste (Trieste in triestino; Trst in sloveno; Triest in tedesco e friulano, Trieszt in ungherese) è un comune italiano di 204 338 abitanti, capoluogo della regione Friuli-Venezia Giulia.
Trieste è sede dell'UTI Giuliana di cui fa parte con i comuni di Duino-Aurisina, Monrupino, Muggia, San Dorligo e Sgonico per un totale di circa 240 000 abitanti, mentre la sua area metropolitana conta circa 410 000 abitanti. A seguito della soppressione della provincia, il comune di Trieste (come quelli di Gorizia, Pordenone e Udine) mantiene comunque le prerogative connesse alla qualifica di “capoluogo di provincia”.
È il quindicesimo comune italiano per popolazione (al 30 giugno 2016), nonché il più popoloso e densamente popolato della regione.
Trieste, fulcro della regione storico-geografica della Venezia Giulia, ma anche capitale del Friuli dal 1964 con la regione Friuli-Giulia, fa da ponte tra Europa occidentale e centro-meridionale, mescolando caratteri mediterranei e mitteleuropei e slavi. Il suo porto, oggi per volumi complessivi può essere considerato il primo in Italia per flusso di merci, grazie soprattutto agli idrocarburi che ne costituiscono la parte più preponderante, e uno degli snodi marittimi più significativi del sud Europa, fu il principale sbocco marittimo dell'Impero Asburgico, che nel 1719 gli riconobbe lo status di porto franco. Tutt'oggi il porto rimane di fondamentale importanza per il transito di merci internazionali dirette principalmente verso l'est Europa.
Il porto franco venne mantenuto, con il nome di Porto Libero di Trieste, anche nel trattato di pace fra l'Italia e le potenze alleate del 1947 con il quale veniva istituito il Territorio Libero di Trieste, e più oltre anche nel 1954, quando il Governo Militare Alleato cedette l'amministrazione civile all'Italia in virtù del Memorandum di Londra. Oggi è uno snodo internazionale per i flussi di scambio terra-mare tra i mercati dell'Europa centro-orientale e l'Asia. Ininterrottamente dal 2013 Trieste è il primo porto in Italia in termini di volume complessivo di merci in transito (in larga parte idrocarburi), con più di 56 milioni di tonnellate. Il trattato di Osimo (1975) ha sancito "de facto" la fine del TLT con la Zona A passata sotto l'amministrazione italiana e la Zona B sotto quella jugoslava.

Il Cacciatore di Nuvole

Torna ai contenuti